Sunday, April 16, 2006

Passeggiando lungo il Tevere.

>
Sezione I
Passeggiando per il Tevere: ff. 1-4.
Homepage
Bibliografia utilizzata


In questa sezione inserisco le foto che scatto passeggiando andando lungo il bordo del fiume dal tratto che inizia da Ponte Marconi verso l'isola Tiberina e oltre. Circa dieci anni la pista ciclabile e pedonale non esisteva ed il greto del fiume era inaccessibile. Vi si trovavano rifiuti di ogni genere, carcasse di auto ed era infestato da topi di fogna. Il quartiere Marconi, definito giustamente un magma cementizio, ha soltanto da questa parte un minimo di verde. Il tratto del lungotevere dei Papareschi è stato negli ultimi anni riqualificato ed è da sperare che si realizzino i quattro ettari e mezzo di cui ho sentito parlare in alcune riunioni di quartiere politicizzate. L'intento di questa rassegna fotografica sul Tevere non ha scopi turistici, ma vuo essere un controllo civile sulla politica amministrativa di riqualificazione del fiume Tevere. All'estero, in Germania, ho visto sempre il fiume cittadino trattato con la massima cura ed essere un luogo prediletto per le passeggiate o per trascorrere il tempo stando seduti guardando l'acqua scorrere, passatempo preferito anche dal grande Leonardo da Vinci che per le acque dei fiumi ebbe sempre una grande passione. A commento di ogni singola foto si tenterà di raccogliere dall'enorme letteratura storiche quanto più notizie interessanti possibili.

1.


2. Tevere inondato.

Nello scorso inverno si è alzato il livello del Tevere sommergendo le sponde che servono per le nostre passeggiate. Purtroppo è forse questo il problema principale della manutenzione degli argini, anzi un problema storico secolare che verso il 1870 ha portato alla costruzioni degli argini per porre un definitivo rimedio alle periodiche inondazioni della città, dove in più punto è stato posta una targa con una linea per ricordare per ricordare il livello dell'inondazione in quel particolare anno. Se poi i muraglioni abbiano davvero risolto il problema per sempre sarà tema di un'altra conversazione.

Test: Prova tecnica

3. Gazometro visto dal tevere.


E' un esempio di archeologia industriale. Tutta la zona ha avuto un passato industriale. Ne faremo la storia via che troveremo i documenti che possono narrarcela. Il ponte dal quale è stata scattata questa foto è detto comunemente ponte di ferro ma il nome ufficiale è ponte dell'Industria a ricordo evidentemente del non troppo remoto passato. Sarà interessante studiare le ragioni del declino della localizzazione industriale in questo sito.

4. Barca della Libertà.


La Barca apparteneva ad un simpatico vecchietto di circa 85 anni, che è morto da qualche anno. Era anche sede di un'Associazione detta degli Amici del Tevere con tanto di Statuto ma purtroppo con nessuna attività, almeno da quando io mi ci ero iscritto pagando tanto di tessera. Vi salivo sopra e mi fermavo a chiaccherare con il vecchietto che mi assicurava essere qualla la mia casa in quanto socio. Mi raccontava cosa interessanti che io non ho annotato, ma che cercherò di ricordare e ricostruire. Al momento in cui scrivo la Barca della Libertà è stata rovesciata dall'ultima inondazione. Ne ho scattato l'altro ieri una foto che collocherò qui sotto in una prossima seduta di lavoro. Post Scriptum. La Barca non esiste più. È stata rottamata. Dopo essersi rovesciata deve essere successo qualche altro pasticcio. Passando ho visto i vigili del fuoco che la smontavano a pezzi per poi portarla via. Ricordo quanto amore e lavoro il vecchietto aveva profuso in questo progetto.

5.

6.

7.

8.

9.

10.

No comments: