Friday, May 05, 2006

L'Isola Tiberina

Sezione II
L'Isola Tiberina: ff. 1-6.
Homepage
Bibliografia utilizzata

E' da qui che si è originata Roma. Se ben ricordo, ho letto da qualche parte che essendo qui più facile il passaggio dall'una all'altra sponda del Tevere si è formato il primo insediamento. Non mancherò di filtrare le migliore notizie e porre qui un succinto cappello introduttivo sulle foto che seguiranno. Una leggenda vuole che l'isola si sia formata nel 510 a. C. a seguito dei covoni di grano gettati dai romani in odio ai Tarquini. Un'altra leggenda risalente ad una peste 293 a. C. conferisce all'isola il suo aspetto di nave. Infatti, fu mandata una nave in Epidauro al tempio del dio Esculapio. Ritornata in Roma la nave, il serpente di Esculapio andò a posarsi sui covoni dell'isola ed in tal ebbe a significare che qui doveva erigersi un tempio al dio che fece passare la pestilenza. Da allora l'sola prese la forma di trireme per ricordare l'invio e il ritorno della nave. «Il serpente si vede ancora jn un bassorilievo sulla fiancata dell'isola mentre è del tutto scomparso l'obelisco che i Romani al centro dell'isola a significare l'albero maestro della nave che aveva recato nell'Urbe il dio Esculapio. Fu più tardi sostituito da una colonna con la croce ma, spezzata dall'urto violento di un carro, fu anch'essa sostituita ai tempi di Pio IX dal monumento attuale, luogo di raccolta dei mendicanti assistiti dai Bonfratelli, come si diceva ancora prima della seconda guerra mondiale» (SR,1°,177). La chiesa di San Bartolomeo verrà costruita sul sito dell'antico tempio ad Esculapio.

1. Piazza di San Bartolomeo all'Isola.


La piazza prende il nome dalla chiesa che vi si trova. E' il centro dell'isola Tiberina. Di fronte ad essa si trova la piazza Fatebenefratelli, meno suggestiva e quasi mero accesso all'Ospedale che si trova in fondo. E dunque alle due estremità davanti a due piazze si trovano la chiesa di San Bartolomeo e l'Ospedale Fatebenefratelli.

2. Targa della Piazza.


3. San Giovanni di Dio.


4. San Paolo


5. San Francesco


6. San Bartolomeo.


7.


8.


9.

10.

No comments: